Notizie | sabato 25 novembre 2017

"Ritorno a Caporetto", il nuovo libro di Pier Paolo Cervone

La battaglia di Caporetto, la disfatta per antonomasia, continua a essere un momento di una particolare importanza per l'Italia. Così, a un secolo dalla prima guerra mondiale, Pier Paolo Cervone ha ripercorso con dovizia di particolari i tratti di un passato che deve essere compreso e ricordato. Cervone descrive i luoghi, la battaglia e il comportamento di quattro generali Luigi Cadorna, Pietro Badoglio, Luigi Capello e Alberto Cavaciocchi, sottolineando il valore eroico dei nostri soldati e di molti reparti.

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA (LINK)

La Dodicesima battaglia dell’Isonzo, la corsa verso il Torre, il Tagliamento e infine il Piave, fino alla disfatta di Caporetto e alle pesanti ripercussioni subite dalla popolazioni del Friuli e del Veneto, travolte dalla violenza delle truppe tedesche e austroungariche, in quell'ottobre del 1917.

Pier Paolo Cervone, giornalista e scrittore, nato a Finale Ligure (Savona) e laureato in Scienze Politiche all’Università di Genova e, oltre a "Ritorno a Caporetto" edito da Mursia, ha pubblicato Enrico Caviglia. L’anti Badoglio (1992), Vittorio Veneto, l’ultima battaglia (1994), La Grande Guerra sul fronte occidentale (2010), I signori della Grande Guerra (2013), L’Italia in guerra. Da Sarajevo al Patto di Londra (2015), e ha curato I dittatori, le guerre e il piccolo re. Diario 1925-1945 di Enrico Caviglia (2009).

 

 

Ti potrebbero interessare anche: