Rubriche | sabato 18 novembre 2017

Commissariamento soft per i casinò con “un organismo da mettere a capo delle aziende esistenti”



“Riordino nella gestione del gioco d'azzardo, nelle sale slot private ma, soprattutto nella gestione delle case da gioco attuali”. Lo ha affermato il sottosegretario all'Economia, con delega al Gioco, Pier Paolo Baretta in un convegno in corso alla Camera dei deputati sul
tema “Le regole del gioco”. Un'affermazione che, a seconda dell'interpretazione che se ne può dare, può significare un commissariamento dall'alto dei quattro casinò italiani. Baretta, infatti, ha aggiunto, parlando di “riordino” che “c'è una situazione critica nella gestione degli attuali casinò italiani e per questo, a livello personale, sono sempre stato orientato a una soluzione di gestione centrale del settore attraverso un organismo da mettere in capo ai casinò esistenti perchè anche questo rientra nelle esigenze a tutela dei consumatori e delle imprese”. Il sottosegretario, però, ha messo le mani avanti ricordando che “tutto dipenderà dal risultato delle prossime elezioni”

Ti potrebbero interessare anche: