Notizie | sabato 18 novembre 2017

La UE smentisce i palazzi dell'economia alla vigilia delle elezioni: "La situazione economica dell'Italia non sta migliorando"

Le elezioni politiche si avvicinano a grandi passi e quotidianamente le tivù ci propinano dati entusiasmanti di ripresa del Paese: il PIL che cresce, la disoccupazione che diminuisce, la fine del tunnel della crisi che si comincia ad intravvedere.  Del resto la campagna elettorale si fa con toni trionfalistici non con parole ispirate al pessimismo. Quindi rispolverando la canzone di Nunzio Filogamo, amabile presentatore delle prime edizioni di Festival di Sanremo possiamo tranquillamente dire “Tutto va bene madama la marchesa”? No sarebbe come gettare altro fumo negli occhi agli elettori perchè l'Unione europea, per bocca del vicepresidente della Commissione, il finlandese Iyrki Katainen considerato un falco del rigore economico ha dichiarato senza mezzi termini che “Occorre essere onesti con i cittadini quando si va a elezioni perchè la situazione economica dell'Italia non sta migliorando”. E ancora: “Dobbiamo essere onesti, dobbiamo far si’ che i cittadini conoscano qual è la situazione attuale, pero’ dobbiamo essere onesti specialmente in situazione di paesi che vanno alle elezioni, la gente merita di conoscere la situazione per poi decidere liberamente cio’ che vuole decidere»

Apriti cielo. La replica piccata del ministro Padoan e del sottosegretario  Gozi è stata immediata: “Noi diciamo sempre la verità”

Ma intanto è pronta a partire da Bruxelles con direzione i palazzi italiani dell'economia una lettera formale di chiarimenti. Preludio all'ennesimo richiamo formale?.

Ti potrebbero interessare anche: