Notizie | sabato 11 novembre 2017

Gli italiani e la pornografia: trasgressioni e preferenze di uomini e donne. Un'indagine di Pornhub


I cinema di periferia che proiettavano i primi film porno, fanno ormai parte dell'archeologia moderna, anche le videoteche segnano il passo.
Dopo il boom delle videocassette a luci rosse e più tardi dei Cd il mercato del noleggio ha subito un cedimento, quasi una cauta libera. Oggi – ma sarebbe meglio dire: ormai da anni - a dominare la scena dei film hard è subentrato internet con le sue decine e decine di migliaia di proposte che spaziano su tutto il variegato panorama del porno. Ce n'è per tutti i gusti. Per uomini e donne, per giovani e anziani, per semplici curiosi e per chi non ne può fare a mano. Sì, perchè per molti, il porno è una droga. Dà dipendenza.

Pornhub, il sito on line che vanta il maggior numero di pellicole “free” a livello planetario, ha condotto un'indagine per scoprire i gusti degli italiani e delle italiane sul sesso hard in tivù. Un viaggio nelle regioni del Bel Paese che ha fornito risultati sorprendenti. In certi casi impensabili.

Le categorie sono infinite: film con protagoniste ragazze giovani, altre con signore (le Milf); e ancora italiane, di colore, lesbiche, omosessuali, travestiti, rapporti anali, ammucchiate, due uomini e una donna o viceversa. E ancora: cartoni animati giapponesi (Hentai), sadomaso, amatori. Le varianti si sprecano, così come le fantasie erotiche.

Lo studio di Pornhub ha evidenziato una certa differenza, nelle preferenze dei soggetti, fra Nord e Sud Italia. Anche se poi, alla fine, troveremo un soggetto che mette quasi tutti daccordo. 
Le regioni più tradizionaliste sono Umbria, Marche, Campania, Basilicata e Sardegna. I maschi prediligono le pellicole italiane,magari girate all'estero, ma con registi e attori nostrani. Come dire: perchè andare a cercare delle pornodive oltreoceano, in Russia, Ungheria, Giappone o, chissà in quale parte del mondo, quando le ragazze della porta accanto sono così belle e sexi?

Al Nord c'è una ricerca più trasgressiva: va forte il “Lato B” in Liguria e Friuli; nella nostra regione le donne apprezzano anche le performance a luci rosse dei trans mentre in Piemonte, uomini e donne apprezzano le immagini sadomaso. Stessa preferenza anche in Veneto dove sembra essere più il gentil sesso ad apprezzare fruste, manette e
catene.

Ma vediamo nel dettaglio le preferenze dei due sessi, regione per regione,

In Valle d'Aosta: le donne preferiscono le Milf, dive porno di una certa età; gli uomini le scene lesbo. In Piemonte il sesso forte ama le immagini sadomaso mentre le donne, oltre al sadomaso amano spiare gli orgasmi maschili in primo piano.

In Lombardia gli uomini sono rimasti ammaliati dal fascino dell’”Ebony”, le ragazze di colore, mentre le donne cercano qualcosa che rappresenti la loro bellezza: la categoria “Babe”, le ragazzine appena maggiorenni scatenate nei loro rapporti lesbici.

In Trentino gli uomini sono affascinati dalle “acrobazie” sessuali delle orientali, mentre le donne scelgono il mondo di Saffo. In Friuli gli uomini scelgono le ammucchiate, le donne i rapporti “anal”; in veneto per gli uomini mirini puntati sulle teen ager mentre le donne,
almeno davanti al video, si dimostrano più trasgressive e vanno a cercare le scene sadomaso.

In Toscana gli uomini vanno alla ricerca delle scene con donne mature; le signore, invece, puntano sulle ammucchiate.

L'Emilia e Romagna del porno ci conferma che è gente che ama divertirsi senza freni: le signorine apprezzano molto le immagini di rapporti sessuali con superdotati mentre i gentiluomini preferiscono le donne alle prese con due uomini alla volta. Ma anche le performance dei trans.

Nella regione della Capitale gli uomini puntano sulle Milf mentre le signore non tralasciano il “Lato B”. Le donne Umbre non staccano gli occhi dalle scene trans mentre gli uomini si dimostrano più tradizionalisti con l'Italian Style. Stesso stile, nelle Marche per entrambi i sessi.

E siamo in Abruzzo: gli uomini amano le italiane; le donne i film con attori superdotati; in Molise l'eterna lotta fra uomini e donne si conferma anche sul sesso virtuale: i primi cercano le ragazzine; le seconde la categoria “mature”

In Campania e Basilicata maschi e femmine vogliono le italiane. La Calabria si distingue e punta su immagini più “hot”: superdotati per gli uomini; amicizie lesbiche per le donne. La Puglia vede le donne alla ricerca di Milf mentre gli uomini prediligono i rapporti con
attori non professionisti.

Infine le isole: la Sicilia vede gli uomini a caccia di ammucchiate
mentre le donne preferiscono i film con lui anziano, lei ragazzina con
brufoli e trecce. In Sardegna nessun distinguo: italiane per uomini e
donne. Tante variazioni sul tema, tante trasgressioni, tanti “famolo
strano” e molti tradizionalisti. Ma alla fine la specialità più
scelta, più cliccata e più guardata in assoluto, da uomini e donne, è
l'”italian style”, attori e attrici italiane. Almeno sul porno tutti
daccordo: giochiamo in casa.

Ti potrebbero interessare anche: