Rubriche | sabato 04 novembre 2017

Liguria WOW, un'escursione 2.0 - Ogni settimana inizia con un Weekend

Sanremo/luoghi più nascosti di Liguria

Nel lontano XVII secolo solo i giovani aristocratici inglesi potevano cimentarsi in grandi viaggi alla scoperta delle bellezze europee, poi è arrivato Thomas Cook con il suo primo viaggio di gruppo e ancora più tardi le low cost, l’alta velocità che ci hanno permesso in poco tempo e con pochi euro di scoprire città lontane e oggi? A che punto siamo oggi?

Un domani verrà sicuramente inventato il teletrasporto, ma per il momento possiamo accontentarci: possiamo viaggiare, almeno con la mente, standocene comodamente seduti sul divano di casa, immergendoci in una realtà virtuale che ormai non lascia più nulla all’immaginazione.

I tradizionalisti e gli antimodernità saranno sicuramente contrari al progresso in questo campo, ma la realtà è che oggi esistono strumenti digitali che aiutano, anche chi per i motivi più vari non se lo può permettere, a viaggiare nel mondo ed essere un attimo di fronte alla Tour Eiffel, l’attimo dopo a Times Square nel pieno centro newyorkese.

Ecco perché questa domenica, tanto domani c’è allerta, vi invito a spegnere la luce, ad accendere il pc e a tuffarvi nella realtà virtuale di Google approfittando di tutto quel materiale collezionato dalle guide esperte della nostra provincia.

Sì perché se la macchina di Google Street View, attrezzata del suo mega occhio a 360°, può registrare solo vie e grandi strade, è grazie a volontari trekker sul territorio che oggi da casa possiamo scoprire luoghi sconosciuti, ardui itinerari, viste incredibili e paesaggi estremi, nella realtà visitabili solo sulle proprie gambe.

Ecco allora che grazie a questo lavoro duecento chilometri di sentieri liguri, oltre trecento ore di cammino e più di otto borghi di Liguria diventano godibili anche dal pubblico più “sfaticato”: dalle fioriture dei Giardini Hanbury al bellissimo panorama del Monte Saccarello, dalla piazza dei Corallini di Cervo alle cascate della Valle Arroscia.

Queste ore di escursione non sono solo visionabili su Google Street View, ma sono anche state raccolte nel nuovo portale LiguriaWOW.it, che vi invito a visitare. Come nella realtà sono le guide esperte di Ponente Experience che ci accompagnano abilmente nella scoperta degli storici itinerari di Liguria. Il progetto è solo al punto di partenza. Tanto lavoro deve essere ancora fatto per rendere la Liguria totalmente accessibile in ogni suo angolo.

Ricordiamoci però che con questo strumento possiamo immaginare, creare e raggiungere il luogo più meraviglioso della terra, ma occorrerà la nostra presenza perché il sogno diventi realtà. Studiamo da casa i nostri nuovi itinerari, ma abbandoniamoci alla vita vera affinché queste esperienze 2.0 si trasformino in ricordi tangibili.


Non camminate troppo!


Floriana Palmieri

Ti potrebbero interessare anche: