Notizie | domenica 16 luglio 2017

Contro il terrorismo Nizza si protegge con eleganti paletti in acciaio, Sanremo con ingombranti blocchi di cemento, trasformati in bancarelle dai venditori abusivi



14 luglio 2016, festa nazionale in Francia. A Nizza un terrorista fa
una strage sulla Promenade des Anglais travolgendo con un camion la
folla che assiste allo spettacolo pirotecnico. Morti, feriti, panico,
gente che fugge terrorizzata. Dopo l'attentato Nizza corre ai ripari
con centinaia di paletti in acciaio sistemati sul bordo della strada
in grado di bloccare la corsa di un Tir lanciato a tutta velocità. La
tragedia provoca una forma di psicosi con effetto domino che coinvolge
l'intera Europa. E molte città, come Nizza corrono ai ripari
"blindando" le zone considerate a rischio. Sanremo non è da meno e,
alla vigilia del Festival, considerato per affluenza e risonanze
mediatica, una manifestazione ad alto rischio, crea barricate con
enormi blocchi di cemento armato. Ingombranti, brutti a vedersi, dopo
mesi di vita malandati. Inguardabili, un vero pugno in un occhio. Ma
comodi per i venditori abusivi che li utilizzano come bancarelle per
esporre la loro mercanzia. Possibile che nessuno, fra chi dovrebbe
rendersi conto di quanto siano brutti e antiestetici, abbia proposto
una soluzione alternativa? Una sorta di Piano B?

Ti potrebbero interessare anche: