Rubriche | sabato 08 luglio 2017

Una favola a lieto fine... - Wedding and the city by Charme&Glam

Il 30 giugno scorso, Lio Messi, campione del Barcellona, ha suggellato la promessa fatta da bambino alla sua giovanissima fidanzata, così ha sposato la compagna di una vita, Antonella Roccuzzo, madre dei piccoli Thiago e Mateo; il matrimonio si è svolto a Rosario in Argentina sotto gli occhi di 260 invitati.

Il primo ballo degli sposi sulle note della canzone " Sin principio ni final" di Abel Pintos, la canzone preferita della modella argentina.

Antonella ha condiviso la gioia per l'evento anche sui social, ha scritto al marito "Ti amo senza inizio né fine. Sei il mio angelo".

Dopo la cerimonia, che si è svolta nella sala privata del lussuosissimo hotel Pullman City Center della città natale di entrambi, Lio e Antonella sono usciti per qualche attimo per farsi fotografare durante un lungo e romantico bacio.

La sposa ha indossato un abito bianco dal taglio sirena disegnato dalla celebre stilista spagnola Rosa Clara': scollatura profonda a cuore, spalline di pizzo, scollatura sulla schiena dall'effetto tatoo e, per finire, un lunghissimo strascico sistemato dalle damigelle ogni volta che si muoveva.

I dettagli dell'abito lasciano trasparire la ricchezza dei tessuti, infatti il disegno è caratterizzato dalla sovrapposizione di vari pizzi, tra cui quello francese creato con un telaio risalente alla metà del XIX secolo.

L'abito ha richiesto più di 200 ore di lavorazione nell'atelier di Rosa Clara' a Barcellona.

Gli sposi hanno voluto che tutte le persone coinvolte nell'evento fossero originarie di Rosario, come le due (fortunatissime n.d.r.) Wedding planners Farina - Pavia, il fotografo, le truccatrici e le parrucchiere.

Come ogni favola che si rispetti, qualche intoppo c'è stato...

La madre dello sposo, al secolo Celia Cuccittini, è stata così audace da indossare un abito bianco, violando una delle regole basilari di protocollo del matrimonio: nessuna invitata può vestirsi di bianco !

L'abito, decorato con pietre preziose e firmato Claudio Cosano, era molto simile a quello di Antonella; il galateo del matrimonio detta regole precise anche per quello che riguarda l'abito della madre dello sposo, la suocera ( ed in generale le invitate) non devono mai rivaleggiare con la sposa, quindi assolutamente no al bianco, all'avorio e al color champagne.

Voci di corridoio giurano che la "questione abito" abbia fatto infuriare la bellissima sposa, che non vanta un rapporto idilliaco con la suocera...

Nel frattempo, la neo Signora Messi continua a postare sui social romantiche parole d'amore per il marito..... Suocera avvisata......

Alla prossima settimana

C&G

Ti potrebbero interessare anche: