Notizie | sabato 17 giugno 2017

Erbacce alte mezzo metro a fare da cornice al parking del casinò di via Nino Bixio



 Prima c'erano le "scarasse" (tradotto: i vecchi pali di legno
utilizzati un tempo nelle campagne per sostenere le recinzioni). Oggi
ci sono dei cespugli di erbacce alte anche mezzo metro a fare da
cornice alla rete di cinta, ma anche a salutare gli automobilisti che
hanno lasciato la loro auto in sosta e si accingono a lasciare l'area.
Parliamo del parcheggio del casinò situato fra via Nino Bixio e il
lungomare, nella zona della vecchia stazione ferroviaria. E' vero che
è un parking di Serie B., destinato solo ai clienti che non hanno
trovato posto negli spazi tutto attorno alla casa da gioco o in corso
Inglesi (o che sono valutati come clienti che giocano quattro soldi),
ma è altrettanto vero che anche i clienti di seconda scelta
meriterebbero qualcosa di più quando sostano l'auto e vanno a lasciare
i loro quattrini sui tavoli verdi. Tanti o pochi. Non è un bel
biglietto da visita per turisti e clienti perchè a volte le piccole
co-se comportano commenti e giudizi negativi più di quelle di portata
ben maggiore . E' un'immagine, quel-la delle erbacce,  che fa
riflettere e autorizza non pochi interrogativi. Il primo e più
semplice di tutti: quanto costa assumere un giardiniere con un
decespugliatore per eliminare le erbacce? Poco. Non più di quello che
un giocatore perde ad una slot machines in dieci minuti. E non c'è
bisogno di appalti e burocrazia varia perchè il casinò è amministrato
come fosse un'azienda privata.

Ti potrebbero interessare anche: