Notizie | martedì 02 maggio 2017

Joao Oliveira e Tiziana Mugheddu vincono la quarta edizione della Ultra Milano Sanremo. Foto e video della premiazione.



S è conclusa ieri, lunedì primo maggio, la quarta edizione della UltraMilano-Sanremo, la ultramaratona in singol tappa senza stop su strada più lunga d'Europa. La manifestazione podistica, nata da una idea di Michele Graglia e Riccardo Marvaldi nel 2013 è già oggi un evento di riferimento importantissimo nel panorama internazionale della corsa sulle lunghissime distanze e vede ogni anno i migliori protagonisti del settore sfidarsi sulle strade della Lombardia e della Riviera ligure.


Quarta edizione e terza affermazione dell'extraterrestre portoghese Joao Oliveria, che ha percorso i 285 km che separano Milano da Sanremo in 31 ore e 28 minuti, precedendo il fortissimo argentino Pablo Barnes e il britannico Steve Scott, inun podio maschile tutto internazionale. 
Proprio Oliveira, durantel'emozionante cerimonia di premiazione che ha visto la presenza dell'Assessore allo sport Eugenio Nocita e dell'Assessore regionale al turismo Gianni Berrino, ha rinnovato la volontà di partecipazione alla manifestazione, per cercare di portare a compimento il suo obiettivo, riuscire a correre da Milano a Sanremo in 28 ore e mezza. 

 

Tra le donne, vince l'Italiana Tiziana Mugheddu, che ha preceduto la moldva Aurelia Rcchi e l'inossidabile statunitense Liz Bauer, uno dei miti dell'ultramaratona mondiale: una impresa davvero ultra per tre donne straordinarie. ALtra grande novità di quest'anno anche la comparsa delle staffette che hanno permesso a gruppi di 5 podisti di correre il mito di una gara davvero ai confini delle possibilità umane.



Grande soddisfazione da parte degli organizzatori, la ASD milanese Impossible Target, capitanata da Giacomo Lopopolo e Simone Leo, che hanno portato a casa una edizione spettacolare con un innovativo arrivo sulle spiagge di Sanremo e con una diretta LIVE sui social da decine di migliaia di contatti in tutto il mondo.

Ti potrebbero interessare anche: