Notizie | sabato 15 aprile 2017

Via Serenella, strada nel degrado più assoluto che ora rischia di diventare "terra di nessuno"


Una strada nel degrado. Oggi. E domani sarà una strada abbandonata. E
ancora più nel degrado. Sembra questo il destino di via Serenella,
strada residenziale con un albergo, una decina di condomini, molte
seconde case, e circa 800 abitanti. Via Serenella è una strada
privata, di proprietà della Edil Domus. La società ha comunicato agli
abitanti che è sua intenzione cederla al demanio, probabilmente per
non dover affrontare una serie interminabile di lavori per rimetterla
a posto. Lavori difficili e costosi. Oggi l'asfalto è un susseguirsi
di buche e di dossi provocati dalle radici dei pini che la
costeggiano. "Montagne russe" che mettono a rischio le sospensioni
delle auto in transito. Molti alberi, piegati dal vento, inoltre
sembrano destinati, da un giorno all'altro, a venire giù con
conseguenze che si possono facilmente immaginare.
Gli abitanti si sono riuniti d'urgenza quando sono stati informati
delle intenzioni della proprietà della strada per tentare di trovare
una soluzione. E' anche stato chiesto l'intervento del Comune che,
però, ha fatto sapere che non intende farsene carico in quanto si
tratta di una strada decentrata e di scarso interesse in termini di
viabilità. Il timore è che una volta nelle mani del demanio diventi
difficile, se non impossibile, superare la sua elefantiaca burocrazia
e ottenere un radicale intervento di  manutenzione. Figuriamoci una
totale ristrutturazione. Prima che proprietà della strada e
rappresentanti del demanio si incontrino dal notaio per firmare l'atto
di cessione, e che la strada finisca per diventare "terra di nessuno",
molti degli abitanti vorrebbero dare vita ad un consorzio, una sorta
di "supercondominio",  in grado di gestirla. Ma, pare che su questo
fronte non tutti siano daccordo.
A completare il quadro  c'è anche un'incognita che preoccupa non poco
i residenti, ma soprattutto i proprietari delle seconde case, molti
dei quali abituati a posteggiare l'auto in strada: il rischio che
venga dismessa soltanto la carreggiata e che, ai lati della strada,
vengano realizzati dei posti-auto da vendere ai privati. Un'operazione
che complicherebbe ulteriormente la vita a quanti erano abituati a
usare liberamente gli spazi destinati alla sosta.

Ti potrebbero interessare anche: